Vittimizzazione e Insicurezza

Il secondo flusso di dati che confluisce nella banca dati di eSecurity.Trento è quello su vittimizzazione, sicurezza oggettiva e soggettiva e percezione del disordine.

Uno strumento ICT che vuole aiutare forze di polizia e amministratori a gestire la sicurezza urbana, offrendo conoscenza utile per gli interventi preventivi e di contrasto, non può prescindere da informazioni sui reati subiti non denunciati, sul senso di sicurezza e sulla percezione del disordine dei cittadini.
Per raccogliere questi dati eSecurity.Trento prevede un'indagine di vittimizzazione, l'Indagine sulla sicurezza oggettiva e soggettiva del Comune di Trento, che nel corso del progetto sarà condotta 4 volte, ogni 6 mesi (ottobre 2013, aprile 2014, ottobre 2014 e aprile 2015).

Il quarto e ultimo round dell’Indagine sulla sicurezza oggettiva e soggettiva del Comune di Trento nell'ambito del progetto europeo eSecurity si è svolto dal 1 al 15 maggio 2015. Si ringraziano per la collaborazione tutti i cittadini che hanno partecipato all’indagine, rispondendo al questionario online o telefonicamente.