Coordinatore scientifico

Andrea Di Nicola

Andrea Di Nicola è il coordinatore del gruppo di ricerca eCrime. Dottore di ricerca e ricercatore in criminologia presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Trento dove è professore aggregato di criminologia e criminologia applicata. È inoltre docente del corso libero eCriminology: ICT, diritto e criminologia. Dal 2004 al 2010 è stato coordinatore della sede di Trento di Transcrime, dove dal 1996 al 2003 è stato ricercatore. Da oltre 15 anni si occupa di criminalità economica, criminalità organizzata, sicurezza aziendale, sicurezza urbana, criminologia ambientale e delle correlazioni tra crimine e internet. A partire dal 1998, ha partecipato/diretto più di 40 studi internazionali e nazionali (per la Commissione europea, il Parlamento europeo, il Ministero dell'Interno, il Ministero per le Pari Opportunità, il Ministero della Giustizia). Per l’Università degli Studi di Trento, è stato il responsabile della prima indagine di vittimizzazione delle imprese in Italia (la terza n Europa), realizzata per il Ministero dell’Interno con un’indagine CAWI su un campione di 80.000 unità di impresa sul territorio nazionale. Ha sviluppato competenze nella realizzazione e gestione di progetti di ricerca complessi, impiegando tecniche di ricerca criminologica quantitative e qualitative. È autore di numerosi articoli, contributi e volumi.

Responsabile “Area analisi statistiche spaziali predittive”

Giuseppe Espa

Giuseppe Espa è professore ordinario di Statistica Economica presso la Facoltà di Economia dell'Università degli Studi di Trento. Insegna Statistica anche nella Facoltà di Scienze Politiche dell’Università LUISS “Guido Carli” di Roma. È esperto di tecniche di indagine e di econometria spaziale, procedure di campionamento statistico, statistiche campionarie e indagini web, applicate anche al settore della criminalità e della sicurezza. Ha collaborato con l'Istat, il C.N.R., il Collegio d'Europa, il Ministero dell'Interno e il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. È stato il referente degli aspetti statistici della prima indagine di vittimizzazione delle imprese in Italia, realizzata per il Ministero dell’Interno. Ha partecipato/diretto oltre 30 studi internazionali e nazionali (per la Commissione Europea, il Ministro dell'Interno, l'Istituto per le Tecnologie applicate ai Beni Culturali). È referee di riviste nazionali e internazionali in ambito economico e statistico. È autore di numerosi articoli, contributi, volumi su indagini campionarie, sia dal punto di vista metodologico sia applicativo e sull'econometria spaziale.

Responsabile “Area sistemi WebGis e ICT”

Cesare Furlanello

Cesare Furlanello, matematico, è un esperto di metodi predittivi, con venticinque anni di attività nel settore dell’analisi di dati complessi. È Senior Researcher della Fondazione Bruno Kessler, dove dirige l'Unità di Ricerca Modelli Predittivi per la Biomedicina e l'Ambiente (MPBA). Cesare Furlanello collabora con la FDA statunitense, con l’istituto giapponese RIKEN Omics e con il Wistar Institute di Philadelphia. Ha pubblicato su Nature Genetics, Nature Biotechnology, Bioinformatics, IEEE Trans. on Signal Processing, per un totale di oltre 100 lavori scientifici. Si è dedicato anche a costruire nuove soluzioni nell’analisi di dati, gestendo più di sessanta progetti finanziati di ricerca applicata, specializzandosi nello sviluppo di piattaforme software open source per l’analisi di dati biomedici e per il monitoraggio del rischio ambientale. Ha collaborato a fondare lo spinoff MPA Solutions nel 2005 e la startup Neocogita nel 2012. Nello stesso anno, è stato inserito dalla rivista Wired Italia nella lista di 50 scienziati e innovatori "che stanno cambiando il mondo".

Responsabile “Area polizia predittiva”

Salvatore Ascione

Salvatore Ascione è Vice Questore aggiunto e Dirigente della Squadra Mobile della Questura di Trento. Componente di tre tavoli tecnici  (per la sicurezza stradale; per la legalità e la sicurezza delle imprese tra il ministero dell'Interno e Confcommercio; per l'attuazione del protocollo d'intesa tra ministero dell'interno, ANCI e istituti di vigilanza privata, denominato "Mille occhi sulla città") e del gruppo interforze per il monitoraggio delle infrastrutture e degli insediamenti industriali per la prevenzione e repressione di tentativi di infiltrazione mafiosa, tutti istituiti presso il Commissariato del Governo di Trento. Responsabile della pagina WEB della Questura di Trento e portavoce del Questore, è anche suo referente del Questore per le attività connesse alla formazione del personale dei Corpi della Polizia Municipale della Provincia di Trento. Da anni si occupa dell’informatizzazione dei dati di polizia a Trento a fini di intelligence strategica e di prevenzione della criminalità.

Project manager

Serena Bressan

Serena Bressan è assegnista di ricerca in Criminologia presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Trento e ricercatrice ad eCrime. Si è laureata con lode in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Trento nel 2009, con una tesi Criminologia. Nel 2013 ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Criminologia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dove ha discusso una tesi dal titolo “Anti-trafficking measures and press coverage of human trafficking in Italy and the United Kingdom: an explanatory study”. È autore di diverse pubblicazioni scientifiche. Ad eCrime si occupa prevalentemente di sicurezza urbana e polizia predittiva, con particolare riferimento all’analisi dei rischi nella città digitale. I suoi interessi di ricerca riguardano anche il rapporto tra media e criminalità, l’investigative journalism e il data journalism.

Staff

Lo staff coinvolto nel progetto eSecurity è formato da ricercatori, collaboratori e funzionari del gruppo di ricerca eCrime dell'Università degli Studi di Trento, dell'Unità di ricerca Modelli Predittivi per la Biomedicina e l'ambiente (MPBA) della Fondazione Bruno Kessler, dell'Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico (UPGSP) della Questura di Trento e dell'Area Servizi al Cittadino del Comune di Trento.